Galaxy A72 5G render

Galaxy A72 5G, primi render dello smartphone

I primi render del Galaxy A72 5G, atteso per l'inizio del 2021, mostrano lo schermo Infinity-O e il modulo fotografico posteriore con quattro lenti.

Una settimana fa era apparsi online i primi render del Galaxy A52 5G. Ora il noto leaker Steve Hennerstoffer (alias @OnLeaks) ha pubblicato i primi render del Galaxy A72 5G. Questi due smartphone sostituiranno gli attuali Galaxy A71 e Galaxy A51 che hanno ottenuto un grande successo di vendite.

Il Galaxy A72 5G ha un design praticamente identico a quello del Galaxy A52 5G. Entrambi hanno uno schermo Infinity-O, quindi con un piccolo foro al centro della parte superiore, e un modulo fotografico che include quattro lenti e il flash LED. Una delle differenze è sicuramente rappresentata dalla diagonale del display (6,7 pollici per Galaxy A72 5G e 6,5 pollici per Galaxy A52 5G).

La cover posteriore è realizzata in plastica lucida con effetto vetro (Samsung usa il termine Glasstic). Secondo un sito olandese, le quattro fotocamere posteriori dovrebbe avere sensori da 64, 16, 5 e 5 megapixel (standard, ultra grandangolare, profondità e macro).

Galaxy A72 5G render

Nei render si notano chiaramente i pulsanti di accensione e volume sul lato destro, la porta USB Type-C, l’altoparlante e il jack audio da 3,5 millimetri lungo il bordo inferiore. Il lettore di impronte digitale è in-display (ottico). Le dimensioni sono 165×77,4×8,1 millimetri (9,9 millimetri considerando la sporgenza del modulo fotografico).

Il Galaxy A71 5G integra un processore Exynos 980. Samsung ha confermato che il nuovo Exynos 1080 arriverà prima sul Vivo X60, quindi per il Galaxy A72 5G potrebbe essere scelto il processore Snapdragon 750G o 765G, se il debutto avverrà all’inizio del 2021.

Il sistema operativo sarò certamente Android 10 con interfaccia One UI. Il prezzo previsto è circa 600 dollari.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.