Samsung Galaxy Fold

Samsung Galaxy Fold 2, schermo da 7,7 pollici a 120 Hz?

Il Samsung Galaxy Fold 2 dovrebbe avere uno schermo interno da 7,7 pollici con vetro ultra sottile e uno schermo esterno da 6,23 pollici.

I Galaxy Note 20 non saranno gli unici protagonisti dell’evento Unpacked virtuale previsto per l’inizio di agosto. Samsung dovrebbe anche annunciare il Galaxy Fold 2, successore dello smartphone pieghevole che ha avuto un debutto piuttosto travagliato, a causa di alcuni difetti di progettazione. Una fonte coreana ha svelato le possibili specifiche dei due schermi.

Samsung Galaxy Fold 2: display da 7,7 pollici

Il design dello smartphone pieghevole rimarrà sicuramente invariato, quindi anche il Galaxy Fold 2 avrà lo schermo principale all’interno. Si prevedono però diversi miglioramenti. Samsung dovrebbe scegliere un display Dynamic AMOLED da 7,7 pollici con risoluzione di 2213×1689 pixel e refresh rate di 120 Hz. Invece del materiale plastico (poliimmide) verrà utilizzato il vetro ultra sottile (UTG) per proteggere lo schermo, come nel Galaxy Z Flip. Ciò garantirà una maggiore resistenza ai graffi.

Dovrebbe aumentare anche la diagonale dello schermo esterno, passando da 4,6 a 6,23 pollici (2267×819 pixel). Gli utenti potranno sfruttare il cover display per eseguire diversi compiti, evitando l’apertura dello smartphone e quindi riducendo l’usura della cerniera.

La dotazione hardware dovrebbe inoltre comprendere il processore octa core Snapdragon 865, abbinato al modem 5G, 12 GB di RAM, 512 GB di storage. Per le tre fotocamere posteriori si prevedono sensori da 12, 64 e 12 megapixel (standard, tele e ultra grandangolare). Non sono note le specifiche delle altre fotocamere (esterna e frontale).

Considerata la dimensione dello schermo interno flessibile si ipotizzava il supporto per la S Pen. Il vetro che protegge lo schermo ha uno spessore troppo basso, quindi l’uso della stilo potrebbe causare danni irreparabili. Il sistema operativo sarà certamente Android 10 con interfaccia One UI 2.1. Il prezzo rimarrà ovviamente elevato (circa 2.000 euro).

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.