Windows 10 2004

Windows 10, la telemetria sarà più “trasparente”

Microsoft ha annunciato novità sul fronte della telemetria di Windows 10, una pratica generalmente detestata dall’intero universo di utenti di PC che presto sarà più “trasparente”, almeno nella nomenclatura delle (poche) opzioni disponibili.

La telemetria di Windows 10 è una delle novità meno amate dagli utenti dell’OS-come-servizio di Microsoft, una pratica che prevede la raccolta ossessivo-compulsiva dei dati di utilizzo del PC e il loro trasferimento periodico ai server di Redmond. Ora la corporation promette maggiore “trasparenza”, anche se di un’opzione nativa per disabilitare una volta per tutte la detestata telemetria ancora non se ne parla.

Microsoft ha annunciato la novità in concomitanza con la distribuzione di una nuova Build provvisoria di Windows 10 tramite i canali Insider, parlando di una mossa che nasce dalla volontà della corporation di “migliorare” in maniera sensibile la trasparenza e il controllo degli utenti sui dati raccolti e collezionati dalla corporation tramite la telemetria.

Windows, diagnostica, telemetria

In buona sostanza, la telemetria di Windows avrà presto due nuovi nomi: l’opzione attualmente conosciuta come “Basic” (indirizzo IP, tipo di dispositivo ecc.) sarà nota come “Required diagnostic data” e non potrà essere disabilitata, mentre l’opzione “Full” (indirizzi Web visitati, applicazioni usate ecc.) verrà chiamata “Optional diagnostic data”.

Il passaggio da “Basic” e “Full” a “Required” e “Optional” dovrebbe secondo Microsoft promuovere una maggiore chiarezza nel funzionamento della telemetria presso l’utenza consumer di Windows 10, mentre per il settore enterprise ci saranno controlli ancora più “granulari” e una nuova scala di impostazioni così configurata: l’opzione “Security” disabiliterà completamente la telemetria, “Basic” sarà la stessa dei PC consumer, “Enhanced” sparirà e “Full” corrisponderà all’opzione “Optional”.

Microsoft utilizza la telemetria come strumento decisionale per lo sviluppo continuato di Windows 10 e la distribuzione degli aggiornamenti, e non è forse un caso che entrambe le cose siano al momento governate da un caos e da una sequela di incidenti a dir poco imbarazzanti. Gli utenti più accorti possono sempre usare un programma di terze parti per disabilitare la telemetria una volta per sempre.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.