Microsoft Edge

Build 2020, nuove funzionalità per Microsoft Edge

Tra le novità per Microsoft Edge, annunciate durante la conferenza Build 2020, ci sono l'integrazione di Pinterest nelle Raccolte e la barra laterale per le ricerche.

Durante la prima giornata della conferenza Build 2020, Microsoft ha annunciato nuove funzionalità per il suo browser basato su Chromium, disponibile da metà gennaio e già molto popolare tra gli utenti. Le principali novità sono l’integrazione di Pinterest nelle Raccolte e la barra laterale per le ricerche contestuali. Attualmente Microsoft Edge deve essere scaricato manualmente dal sito ufficiale, ma presto verrà distribuito tramite Windows Update.

Le Raccolte permettono di creare gruppi di contenuti (link, immagini, testo e note) relativi a determinati argomenti. Microsoft ha avviato una collaborazione con Pinterest per mostrare i contenuti del social network nelle raccolte. Cliccando sul link dei suggerimenti verrà aperta una scheda di “trending Pins” relativi allo stesso argomento. Gli utenti possono anche esportare le raccolte in Pinterest. Inoltre le raccolte possono essere inviate a OneNote.

Invece di aprire una nuova scheda è possibile visualizzare i risultati di una ricerca nella barra laterale. È sufficiente selezionare la parola o la frase e cliccare la voce presente nel menu contestuale. Queste due novità saranno disponibile nelle prossime settimane nelle versioni Insider Preview (Beta, Dev e Canary) di Microsoft Edge.

Per i professionisti IT è disponibile la funzionalità Automatic Profile Switching che consente di passare automaticamente dal profilo personale a quello di lavoro senza digitare le credenziali di accesso. Gli sviluppatori possono invece sfruttare WebView2 per inserire contenuti web nelle app e il supporto migliorato per le PWA (Progressive Web Apps).

Microsoft ha pianificato un importante aggiornamento al sito degli add-on di Edge con l”introduzione di un nuovo layout, nuove categorie e nuove funzionalità di ricerca. Il browser è basato su Chromium, quindi gli utenti potranno trovare le stesse estensioni disponibili su Chrome.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.