Chromium

Chromium, Microsoft corregge i bug del progetto di Google

I programmatori di Redmond contribuiscono ancora al codice del progetto Chromium, l’engine alla base di Chrome, ChrEdge e gli altri cloni del browser di Google.

Microsoft ha abbandonato il layout engine proprietario di Edge adottando, per il suo nuovo browser ChrEdge, il progetto noto come Chromium. Chromium è open source ma è largamente “monopolizzato” dai programmatori (e dagli interessi aziendali) di Google, ma ciò non impedisce a Redmond di contribuire al codice comune a Edge, Chrome, Brave, Opera e tanti altri browser minori.

Gli sviluppatori di Microsoft avevano già implementato la gestione multi-schede in Chromium, e ora arriva l’ennesima conferma della partecipazione attiva al progetto open source Google-dipendente. Eric Lawrence, sviluppatore attivo su Edge, ha in questi giorni parlato di un miglioramento nel comportamento di Chromium con il drag&drop.

Chromium drag&drop

In precedenza, quando l’utente provava a trascinare un file esterno sul browser, il contenuto della scheda aperta al momento veniva completamente sovrascritto dal nuovo arrivato. Un comportamento identificato come “pericoloso” in un bug di Chromium, potenzialmente in grado di causare la perdita di dati o altri fastidi all’utente.

Con il debutto di Chromium 85.0.4163.0, ha confermato Lawrence, il trascinamento di un file o di un URL su una scheda provocherà l’apertura di quel file o URL in una nuova scheda. Le nuove versioni di Chrome (85.0.4163.0) ed Edge (85.0.541) già includono la novità. Firefox, che di Chromium è il principale concorrente, continua invece a presentare il comportamento classico in caso di drag&drop.

Nessun Articolo da visualizzare