DirectX 12 Ultimate

WSL 2: le API DirectX 12 arrivano su Linux

Microsoft è al lavoro per implementare una versione completa delle DirectX 12 per il sottosistema Linux accessibile da Windows (WSL). E presto arriverà l’accelerazione hardware via GPU delle applicazioni con GUI.

Linux e l’open source non sono più il cancro che erano una volta, il gaming su Linux è una realtà e Windows permette di far girare le applicazioni da riga di comando degli OS del Pinguino grazie alla tecnologia Windows Subsystem for Linux (WSL). Una nuova versione di WSL confonderà ulteriormente il confine tra Linux e Windows (10), portando a un inaspettato matrimonio tecnico tra le DirectX 12 e l’ambiente FOSS.

Le API grafiche esclusive del mondo Windows (e Xbox) saranno parte integrante dell’offerta WSL2, ha annunciato Microsoft. WSL2 è un progetto “altro” rispetto a WSL1, e i due sottosistemi convivranno offrendo ambienti adatti a diversi scenari di utilizzo. WSL2 potrà sfruttare la “paravirtualizzazione della GPU” tramite il modello di driver WDDM (2.9), e il nuovo driver dxgkrnl offrirà un layer di compatibilità alle chiamate kernel per l’accesso alle risorse della GPU.

GPU

In parole povere, spiega ancora Microsoft, dxgkrnl rappresenta un’implementazione “pulita” e completa delle API D3D12 per le applicazioni Linux, anche se occorrerà attendere WSL2 per sfruttare l’accelerazione hardware paravirtualizzata della GPU con le applicazioni dotate di interfaccia grafica. Faranno parte del pacchetto WSL2 anche DirectML (API DirectX per il machine learning), OpenGL e OpenCL. I piani per le librerie Vulkan sono invece ancora da definire.

WSL2 è un progetto a lungo termine che richiederà un bel po’ di mesi (o forse anni?) per la sua implementazione completa in Windows 10. Nel mentre, Microsoft conferma che le prime fondamenta della nuova coesistenza “grafica” tra applicazioni Linux e Windows verrà riversata nei canali Insider nel corso dei prossimi mesi.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.