Nintendo Switch

Nintendo Switch, vendite raddoppiate col favore della quarantena

La pandemia da COVID-19 continua ad avere effetti contrastanti sul settore dell’hi-tech. Per quanto riguarda i videogiochi, e Nintendo Switch in particolare, è comunque tutta pacchia.

La necessità di stare in casa per contrastare la proliferazione del virus SARS-CoV-2 sta spingendo in maniera significativa la vendita di videogiochi. Una nuova conferma in tal senso è arrivata da NPD Group, con numeri che incoronano Nintendo Switch come il principale vincitore di questa temporanea situazione di stasi economica causata da una quarantena domestica che riguarda miliardi di persone in tutto il mondo.

Le analisi di NPD Group sono riferite alle prestazioni commerciali del primo trimestre del 2020 sul mercato statunitense, è parlano di una crescita del +2% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso con vendite hardware per $773 milioni; di questi, $461 milioni sono arrivati nel solo mese di marzo.

NPD Group, vendite videogiochi Q1 2020

In totale, marzo 2020 ha registrato un autentico boom di spesa per i prodotti videoludici (hardware e software) con vendite per $1,6 miliardi, un exploit (+35% anno-su-anno) come non se ne vedevano da 12 anni a questa parte. Crescono le vendite di console PS4 e Xbox One (+25%), ma il vero “botto” è quello sperimentato da Nintendo Switch.

Nonostante le difficoltà produttive causate dall’infezione da COVID-19, la console che ha già superato le performance del Super Nintendo ha ora più che raddoppiato il numero di unità vendute anno-su-anno. La corporation nipponica ha in tal senso già comunicato l’intenzione di incrementare la produzione di nuove console, e a quanto pare gli appassionati non aspettano altro.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.