Windows 10 2004

I piani di Microsoft per il nuovo Menu Start di Windows 10

Microsoft ha in questi giorni presentato i più recenti sviluppi per il design del Menu Start di Windows 10, che adotterà le nuove icone Fluent Design ma non manderà in pensione le Live Tile.

A quanto pare i programmatori di Microsoft non possono fare a meno di continuare a pasticciare con il Menu Start, una funzionalità di Windows 10 che nel prossimo futuro presenterà l’ennesimo rinnovo di design. E che, almeno per il momento, non cancellerà le “piastrelle” aggiornate in tempo reale meglio note come Live Tile.

Le ultime novità in sviluppo (o per meglio dire in via di valutazione) per il Menu Start sono state anticipate durante un recente #WindowsInsider Webcast, streaming dedicato ai betatester volontari del programma Windows Insider e quindi alle caratteristiche delle future versioni di Windows 10.

Windows 10, nuovo Menu Start

Stando a quanto si è visto nel webcast, nei prossimi mesi il Menu Start dovrebbe adottare le nuove icone basate sul Fluent Design in via di distribuzione agli utenti di Windows 10. L’obiettivo, dicono da Microsoft, è di “unificare visivamente” il Menu Start eliminando il caos di colori attuale, una ritrovata uniformità che prevede anche l’adozione di sfondi trasparenti (sia su tema chiaro che scuro) per meglio evidenziare le suddette icone.

Dal Senior Program Manager del team Windows Insider Brandon Leblanc è arrivata poi una secca smentita ufficiale alle tante indiscrezioni circolate in queste settimane sull’eliminazione delle Live Tile dal Menu Start: le piastrelle aggiornate in tempo reale resteranno dove sono, ha confermato Leblanc. Almeno per il momento.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.