Crunchyroll

Crunchyroll diventa proprietà di Sony?

Sony sarebbe in trattativa per l’acquisizione di Crunchyroll, colosso americano dello streaming di anime in Rete. L’obiettivo: dare battaglia a Netflix in tempi di coronavirus.

Crunchyroll è uno dei protagonisti più importanti del business degli anime online, un ruolo che potrebbe presto giocare con maggiore sicurezza finanziaria grazie ai danari di Sony. La corporation nipponica sarebbe infatti vicina all’acquisizione del servizio di Otter Media, sussidiaria di WarnerMedia (cioè AT&T) e attuale proprietaria del marchio.

Secondo quanto comunica la stampa asiatica, infatti, le negoziazioni tra Sony e Crunchyroll sarebbero già entrate nella fase finale della trattativa. Sempre secondo le indiscrezioni, il valore dell’operazione potrebbe ammontare a 100 miliardi di yen – ovvero quasi 1 miliardo di dollari.

Crunchyroll logo

Lo streaming di Crunchyroll è accessibile da 200 diversi paesi, tramite app per console, smartphone e altri dispositivi oppure direttamente via Web. Il numero di utenti gratuiti arriva a 70 milioni, mentre gli utenti paganti sono pari a 3 milioni. Le licenze di Crunchyroll includono gli anime più popolari, alcuni dei quali trasmessi in simulcast in contemporanea con il Giappone.

Qualora l’operazione andasse in porto, l’acquisizione di Crunchyroll permetterebbe a Sony di incrementare la sua presenza nel business delle produzioni animate. Un modo forse per arricchire l’offerta esclusiva della futura PlayStation 5, o magari per giovare dei nuovi regimi di consumo di intrattenimento domestico dovuti al COVID-19 dando battaglia a Netflix e agli altri colossi dello streaming.

PCProfessionale © riproduzione riservata.