TikTok

TikTok chiede di sospendere il ban del 27 settembre (update)

ByteDance ha chiesto al giudice di sospendere l'ordine esecutivo di Trumo che prevede l'eliminazione di TikTok dagli store di Apple e Google a partire dal 27 settembre.

In attesa di ricevere il via libera definitivo all’accordo sottoscritto con Oracle e Walmart, ByteDance ha depositato un’ingiunzione preliminare per chiedere la sospensione del ban di TikTok fissato per il 27 settembre. A partire da questa data, le app dovranno essere rimosse dagli store di Apple e Google.

L’ordine esecutivo emesso da Trump il 6 agosto prevedeva il 15 settembre come termine per la vendita di TikTok e il 20 settembre come data per il blocco di ogni transazione con il social network, ovvero l’eliminazione delle app dagli store. ByteDance aveva quindi denunciato il governo statunitense, in quanto il Presidente non poteva impedire il funzionamento di TikTok sulla base di un presunto pericolo per la sicurezza nazionale.

In prossimità della deadline è stato trovato un accordo tra ByteDance, Oracle e Walmart con la creazione di TikTok Global, ma è necessario attendere l’approvazione definitiva dal CFIUS e dal governo cinese. In realtà ci sono ancora questioni da risolvere, come l’assegnazione della quota di maggioranza della nuova società con sede in Texas. Nel frattempo, il Dipartimento del Commercio aveva posticipato l’eventuale ban al 27 settembre.

ByteDance chiede al giudice di sospendere il ban perché causerà danni irreparabili. L’azienda cinese sottolinea di “aver compiuto sforzi straordinari per cercare di soddisfare le richieste in continua evoluzione del governo e le presunte preoccupazioni per la sicurezza nazionale, incluso il cambiamento della proprietà“.

Lo scorso fine settimana, un gruppo di utenti ha ottenuto dal giudice il blocco del ban di WeChat. ByteDance spera di ricevere lo stesso trattamento per il suo social network.

Aggiornamento del 25 settembre: il giudice Carl Nichols che chiesto all’amministrazione Trump di posticipare il ban di TikTok o di presentare una breve argomentazione contro l’ingiunzione preliminare di ByteDance entro le 20:30 di venerdì 25 settembre.

Aggiornamento del 26 settembre: Il Dipartimento di Giustizia ha depositato un’opposizione all’ingiunzione preliminare. L’udienza è prevista per domenica 27 settembre.

PCProfessionale © riproduzione riservata.