TikTok

TikTok deve vendere entro il 15 settembre

Il Presidente Trump ha confermato che ByteDance deve vendere TikTok entro il 15 settembre, altrimenti verrà bloccata ogni transazione dal 20 settembre.

Trump ha confermato che la deadline per la vendita di TikTok non verrà estesa. Ciò significa che l’offerta di acquisto deve arrivare entro il prossimo 15 settembre. Se ciò non avverrà, il governo statunitense bloccherà l’accesso al social network a partire dal 20 settembre. Sarà tuttavia molto difficile rispettare la scadenza a causa di vari problemi tecnici e legali.

Dopo varie indiscrezioni, Microsoft aveva comunicato il suo interessamento per le filiali di TikTok in quattro paesi (Stati Uniti, Canada, Australia e Nuova Zelanda), L’obiettivo è garantire privacy e sicurezza, trasferendo i dati degli utenti sui server negli Stati Uniti. L’azienda di Redmond aveva anche parlato di benefici economici per il governo e su questo punto è successivamente arrivato il chiarimento di Trump. Nel comunicato ufficiale di inizio agosto è scritto che l’eventuale decisione verrà presa entro il 15 settembre. Questa data è stata confermata dal Presidente prima di partire per un appuntamento del suo tour elettorale.

Se non ci sarà nessun accordo con Microsoft o altri candidati, tra cui Oracle e Walmart, il Dipartimento del Commercio impedirà ogni transazione con TikTok dal 20 settembre. Non sono però chiare le mosse del governo (forse chiederà a Google e Apple di rimuovere l’app dai loro store). Un secondo ordine esecutivo impone a ByteDance di cessare ogni attività negli Stati Uniti entro il 12 novembre.

La deadline potrebbe non essere rispettata per almeno due motivi. Il primo (tecnico) dipende dal fatto che il codice di TikTok viene sviluppato dagli ingegneri di ByteDance che lavorano nella sede di Pechino, quindi il trasferimento negli Stati Uniti richiederà tempo. Il secondo (legale) è dovuto alle nuove restrizioni sulle esportazioni introdotte dal governo cinese e applicabili alla tecnologia di intelligenza artificiale che TikTok usa per suggerire nuovi contenuti in base agli interessi dell’utente e alla cronologia di navigazione.

Microsoft ha sicuramente le competenze per sviluppare una sua versione dell’algoritmo, ma il valore economico di TikTok crollerebbe di parecchi milioni di dollari. Alla fine ByteDance potrebbe anche interrompere ogni trattativa e rinunciare alla vendita. Rimarrebbe comunque valida la denuncia presentata contro il governo statunitense.

Nessun Articolo da visualizzare