Madness Combat 9.5 part 1

News

Video della settimana: Madness Combat 9.5 part 1

Alfonso Maruccia | 17 Ottobre 2020

Flash Video Video della settimana

Matt “Krinkels” Jolly torna a insanguinare gli schermi con Madness Combat 9.5 part 1, episodio di intermezzo nella sua incredibilmente longeva saga di animazioni realizzate in Flash.

Adobe Flash è (quasi) morto, lunga vita a Madness Combat. La serie nata come semplice animazione in Flash, dalla iperviolenza cartoonesca e con protagonisti senza braccia ma con un arsenale apparentemente infinito di armi e strumenti di distruzione, continua a rigurgitare nuovi episodi per il piacere dei fan del genere.

La serie “canonica” di Madness Combat è oramai arrivata all’undicesimo episodio rilasciato l’8 gennaio 2019 (Madness Combat 11: Expurgation), mentre l’ultima animazione pubblicata da Krinkels in questi giorni si chiama Madness Combat 9.5 part 1. Un redivivo/rigenerato Hank deve come al solito vedersela con i brutti ceffi che infestano “qualche parte” del Nevada, o di un qualche universo parallelo, e l’uomo arsenale non mancherà di sterminare i suoi molteplici nemici nemmeno in questa nuova istanza della sua lotta senza fine.

Il primo “Madness Combat” risale al 2002, un’epoca lontanissima in cui Newgrounds dominava la scena delle produzioni in Flash e su Internet era ancora tutto più o meno possibile. Non c’è voluto molto, infatti, perché Krinkels prendesse ad animare vicende sempre più assurde, sconclusionate e brutali – per quanto possa essere brutale fare a pezzi gli insoliti protagonisti dell’altrettanto insolito Nevada di Madness Combat.

In teoria, le animazioni di Krinkels seguirebbero una trama più o meno definita, ma la conoscenza delle vicende precedenti (o anche di quelle future, nel caso di Madness Combat 9.5 part 1) non è strettamente indispensabile per godersi le nuove acrobazie mortifere Hank J. Wimbleton. E il lavoro sulla seconda parte dell’episodio è già iniziato, avverte l’autore.

Flash Player

Windows

Flash Player, Adobe consiglia la rimozione su Windows 10

Luca Colantuoni | 28 Dicembre 2020

Adobe Flash Windows

Adobe ha iniziato a mostrare un avviso su Windows 10 per consigliare agli utenti la rimozione immediata di Flash Player, il cui supporto terminerà il 31 dicembre.

Manca ormai pochi giorni alla “morte digitale” del famigerato Flash Player. Adobe aveva già comunicato che il supporto ufficiale terminerà il prossimo 31 dicembre, data nuovamente confermata in occasione della distribuzione dell’ultima patch. Ora l’azienda californiana ha iniziato a mostrare un avviso per spingere gli utenti a rimuovere il software da Windows 10.

La schermata è simile a quella che viene visualizzata quando è disponibile una nuova versione del plugin. In questo caso però viene comunicato all’utente che il supporto terminerà il 31 dicembre e che l’esecuzione dei contenuti Flash verranno bloccati a partire dal 12 gennaio 2021. Pertanto è fortemente raccomandata la rimozione immediata del Flash Player, cliccando il pulsante presente nel popup.

Flash Player warning

Il suggerimento riguarda la versione del software installato in Windows 10. Microsoft ha già rilasciato una patch facoltativa (KB4577586) che deve essere scaricata manualmente dal catalogo. La stessa patch verrà distribuita attraverso Windows Update all’inizio del 2021.

Le versioni integrate nel nuovo Edge e in Chrome verranno rimosse con un successivo aggiornamento. Mozilla non supporterà più Flash Player a partire da Firefox 85. Il software di Adobe è stato ormai soppiantato dalle moderne tecnologie open source, come HTML5, WebGL e WebAssembly, quindi non ha più senso continuare lo sviluppo di una tecnologia proprietaria, obsoleta e pericolosa per la sicurezza.

I fan di Flash potranno tuttavia accedere ai contenuti “vintage” tramite Internet Archive. Gli utenti troveranno migliaia di animazioni e giochi, ma non dovranno scaricare nulla, in quanto occorre solo un browser compatibile con WebAssembly, ovvero tutti quelli più noti (Chrome, Edge, Firefox e Safari).

Loituma Girl

Flash Player

News

Adobe Flash, ultimo aggiornamento per il player multimediale del Web

Alfonso Maruccia | 10 Dicembre 2020

Adobe Browser Web Flash

Adobe ha aggiornato per un’ultima volta il suo Flash Player, storico componente multimediale di un Web che oramai non c’è (quasi) più. Presto il Flash Player non sarà in grado di caricare i contenuti in formato SWF.

Nella giornata di martedì 8 dicembre, in concomitanza con il Patch Tuesday di Microsoft, Adobe ha distribuito l’ultimo aggiornamento per Flash Player. La corporation statunitense cesserà ogni supporto per la tecnologia Flash il 31 dicembre 2020, e pochi giorni dopo si passerà direttamente al blocco dei contenuti in formato SWF.

Nel presentare l’update finale per la storica tecnologia multimediale, Adobe ringrazia tutti gli utenti e gli sviluppatori che hanno impiegato Flash per realizzare ogni sorta di contenuto (interattivo e non) nel corso degli ultimi due decenni. Adobe dice di essere orgogliosa della storia di Flash, e di guardare al futuro delle esperienze digitali rese possibili dalle tecnologie multimediali moderne.

Esegui Adobe Flash

L’abbandono di Flash Player è oramai fissato da tempo, Microsoft ha già distribuito una patch per la rimozione del componente da Windows 10 e Adobe ci mette ora il carico da novanta: il supporto ufficiale per Flash si concluderà il 31 dicembre 2020, mentre dal 12 gennaio 2021 l’azienda bloccherà l’esecuzione dei contenuti in Flash.

Anche i principali browser Web disabiliteranno il caricamento di Flash Player dopo la fine dell’anno, spiega Adobe, mentre agli utenti viene caldamente raccomandato non solo di evitare l’uso del plug-in ma anche di disinstallarlo completamente per migliorare la sicurezza del sistema.

L’avventura tecnologica di Flash Player è giunta oramai al termine, ma l’enorme patrimonio di contenuti (audio, video, casual gaming) in formato SWF non sparirà mai del tutto. I musei stanno raccogliendo il materiale da preservare per le future generazioni, mentre progetti come l’Internet Archive, l’emulatore Ruffle e Flashpoint permetteranno agli utenti comuni di continuare a godere dei suddetti contenuti negli anni a venire. Flash è morto, lunga vita a Flash!

Flash Player

News

Adobe Flash, l’Internet Archive preserverà la storia di Internet

Alfonso Maruccia | 23 Novembre 2020

Flash Internet Internet Archive

A poche settimane dalla fine del ciclo vitale di Adobe Flash, l’Internet Archive e Jason Scott annunciano il supporto per la storica tecnologia multimediale. Flash vivrà per sempre grazie all’emulazione.

La fine del 2020 segnerà anche la “morte” di Adobe Flash, una tecnologia che ha fatto la storia del multimedia sul Web e che ora viene progressivamente abbandonata da tutte le principali aziende tecnologiche. Chi invece non intende abbandonare Flash, anzi rilancia con il supporto “perenne” del formato è l’Internet Archive (IA).

L’organizzazione no-profit statunitense è da tempo impegnata a preservare la storia della tecnologia e dei “manufatti” telematici, e Flash si inserisce a pieno in questa missione grazie all’emulatore in via di sviluppo noto come Ruffle. La libreria software dell’IA può già contare su circa 850 contenuti in Flash, Ruffle non è (al momento) compatibile al 100% con tutte le sue funzionalità ma permette di accedere di nuovo alle animazioni, i giochi casual e i “giocattoli” che hanno fatto la storia del formato.

Adobe Flash nell'Internet Archive

Come spiega Jason Scott sul blog ufficiale dell’Internet Archive, Flash ha avuto il suo più autentico momento di gloria alla fine degli anni ’90. Un periodo in cui l’esigenza di “multimedialità” in rete ha investito il Web come un tornado, portando alla proliferazione di animazioni e piccoli capolavori di interattività in grado di consumare poca banda ma generando anche fastidi e problemi senza fine a causa dell’advertising e delle vulnerabilità di sicurezza.

Ora che anche Adobe, la principale responsabile dell’instabilità e della scarsissima qualità della piattaforma negli ultimi anni, si è convertita ad HTML5 e alle altre tecnologie “standard” del Web, è quasi giunto il tempo di dire addio a Flash. Grazie all’Internet Archive, e al lavoro instancabile di chi ha organizzato i lavori di preservazione (senza emulazione e in maniera nativa) già da tempo, i manufatti in Flash continueranno a essere accessibili per molti anni a venire.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.