Star Trek deepfake

Video della settimana: William Shatner contro il deepfake di Star Trek

Il mitico capitano James T. Kirk non gradisce un recente deepfake a tema Star Trek, un video che mischia film e generazioni diverse per un risultato che, a dire dell’attore, è offensivo per la categoria.

Ci sono deepfake “storici” potenzialmente in grado di offendere interi popoli e milioni di persone, e poi ci sono i deepfake capaci di far venire la luna storta a una delle icone della fantascienza televisiva e cinematografica degli ultimi 60 anni. L’icona in questione è William Shatner, ovvero colui che ha prestato movenze e volto al primo capitano dell’Enterprise nella Serie Originale di Star Trek.

Dopo Kirk, com’è noto, Star Trek ha dato origine a innumerevoli serie, sequel e film che continuano ancora oggi a intrattenere gli appassionati della saga. Le ultime tre pellicole di ST appartengono alla cosiddetta linea temporale Kelvin, un futuro alternativo in cui un vascello minerario romulano attacca la Federazione uccidendo il padre di Kirk.

Il canale YouTube di Futuring Machine ha di recente pubblicato un video chiamato Star Trek: The First Generation, un deepfake che mischia i volti dei protagonisti storici di TOS (Kirk, Spock, il dottor McCoy e altri) con pellicole del passato e i tre film della Kelvin timeline. Il video vorrebbe tratteggiare la narrazione in prima persona di un’avventura di Kirk da giovane, ma è stato lo stesso Kirk (cioè Shatner) a non aver appezzato l’iniziativa non richiesta.

Rispondendo su Twitter a quanti gli chiedevano un commento a riguardo, l’attore americano ha definito il deepfake The First Generation “offensivo”. La clip è accettabile come scherzo ma offende un attore sfruttando il duro lavoro svolto da altri attori. E’ puro semplice plagio, dice Shatner, che concede di non essere il “proprietario” di Star Trek ma rimarca la dignità del lavoro di un interprete contro la semplice scopiazzatura creata da Futuring Machine.

PCProfessionale © riproduzione riservata.