esports

Smash.gg, nuova acquisizione di Microsoft per gaming e eSport

Microsoft continua a fare incetta di proprietà videoludiche acquisendo Smash.gg, popolare piattaforma per l’organizzazione di eventi competitivi in ambito di eSport.

Nonostante i primi, preoccupanti segnali dello scarso appeal della nuova generazione di Xbox in confronto a PlayStation 5, Microsoft si dimostra sempre più impegnata nel settore del gaming con acquisizioni di un certo peso. Dopo il colpaccio miliardario di Bethesda, ora tocca a Smash.gg entrare a far parte della numerosa famiglia delle proprietà videoludiche di Redmond.

Piattaforma specializzata nell’organizzazione dei tornei online attiva da cinque anni, Smash.gg ha annunciato la novità con un breve messaggio sulla homepage del sito. L’obiettivo di Smash.gg è sempre stato quello di contribuire allo sviluppo della scena degli eSport, dice il messaggio di cui sopra, e l’acquisizione da parte di Microsoft rappresenta un altro passo sul medesimo cammino.

Smash.gg

Almeno per il momento, l’arrivo della nuova proprietà non dovrebbe portare cambiamenti radicali per gli utenti di Smash.gg: la piattaforma continuerà a organizzare eventi e tornei online come al solito, mentre i fondi aggiuntivi garantiti da Microsoft serviranno principalmente a espandere le dimensioni del servizio e a servire le esigenze della comunità dei fan degli eSport.

Le attività di Smash.gg sono partite nel 2015, con l’obiettivo di facilitare l’organizzazione di eventi per la serie di picchiaduro crossover Super Smash Bros. Col tempo, l’iniziativa si è estesa anche ad altri giochi. Resta ora da capire il reale interesse di Microsoft per gli eSport, e la reale capacità dell’azienda di valorizzare il nuovo business senza snaturarlo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.