Galaxy Z Fold 2 render

Galaxy Z Fold 2, immagini in alta risoluzione

I render in alta risoluzione mostrano alcuni dettagli del Samsung Galaxy Z Fold 2, come l'ampio schermo esterno e le tre fotocamere posteriori.

Qualche giorno fa era apparsa online una prima immagine (sfocata) del Galaxy Z Fold 2. Ora il sito MySmartPrice ha pubblicato i primi render in alta risoluzione dello smartphone pieghevole che Samsung annuncerà il prossimo 5 agosto. Le immagini mostrano l’ampio “cover display” e il nuovo modulo fotografico posteriori, simile a quello del Galaxy Note 20.

Nei render si può vedere la cerniera che unisce le due parti del Galaxy Z Fold 2, come quella del Galaxy Fold. La prima differenza è rappresentata dal cover display che ora copre interamente la superficie esterna. La diagonale è aumentata da 4,6 a 6,23 pollici. Nella parte superiore c’è un piccolo foro in corrispondenza della fotocamera da 10 megapixel.

Lo schermo interno flessibile ha invece una diagonale di 7,7 pollici (invece dei 7,3 pollici del Galaxy Fold) ed è protetto da un UTG (Ultra Thin Glass), come nel Galaxy Z Flip. Il notch nell’angolo superiore destro è stato sostituito da un foro centrale (Infinity-O). Anche in questo caso la fotocamera ha un sensore da 10 megapixel. Il modulo fotografico posteriore ospita tre lenti all’interno di aperture circolari. I sensori dovrebbero avere una risoluzione di 64, 12 e 12 megapixel.

Galaxy Z Fold 2 render

Per quanto riguarda i componenti interni si prevedono il processore octa core Snapdragon 865 Plus, 12 GB di RAM e 256 GB di storage. Il nuovo SoC di Qualcomm verrà ovviamente abbinato al modem Snapdragon X55 5G. La batteria dovrebbe avere una capacità di 4.356 mAh e supportare la ricarica rapida con filo, wireless e wireless inversa.

Il sistema operativo sarà certamente Android 10 con interfaccia One UI 2.5. Due i colori previsti: Mystic Bronze e Mystic Black. Il prezzo dovrebbe essere simile a quello del primo modello, quindi 2.050 euro.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.