Microsoft Bing

Ricerche Web, Bing è ora Microsoft Bing

Importante rebranding per Bing, il motore di ricerca di Microsoft che si evolve anche nel nome oltre che nelle funzionalità. Redmond promuove anche la sua campagna Dona con Bing.

A 11 anni dal debutto ufficiale sul mercato, Bing cambia nome e diventa ufficialmente Microsoft Bing. Il motore di ricerca alternativo allo strapotere di Google, uno dei principali candidati per uscire dalla bolla di filtraggio di Mountain View non fosse per la tendenza a spammare un enorme quantitativo di pubblicità su schermo, cambia marchio per restare al passo con la progressiva evoluzione delle funzionalità disponibili per l’utente.

Stando a quanto sostiene Redmond, infatti, il marchio Microsoft Bing riflette la continua integrazione tra il servizio di search Web e le altre “esperienze di ricerca” disponibili nella famiglia dei prodotti commerciali della corporation. Con il rebranding arriva anche un nuovo logo, già usato per il canale Twitter ufficiale ma non ancora pubblicato sulla pagina ufficiale del search engine.

Microsoft Bing logo

Microsoft continua a puntare sulla ricerca come parte integrante della propria offerta software, ma nel mercato delle ricerche Web la speranza di contrastare lo strapotere di Google è oramai fuori dalla realtà. Bing detiene circa il 6,4% delle ricerche su desktop, mentre Google schiaccia qualsiasi possibile concorrente con un monopolistico 86,8%.

Assieme al nuovo nome e al logo rinnovato, Microsoft Bing include ora una versione estesa del programma Dona con Bing. Microsoft invita gli utenti a usare i suoi prodotti e a guadagnare “punti” virtuali, uno score che potrà poi essere convertito in denaro reale e donato all’organizzazione no-profit che si desidera.

PCProfessionale © riproduzione riservata.