PS5 reveal

Sony PS5: il futuro dei videogiochi arriva il 4 giugno

Sony ha invitato utenti e appassionati a un primo incontro con le esperienze videoludiche di nuova generazione rese possibili da PlayStation 5. Il futuro del gaming arriverà il 4 giugno.

La next-generation dei videogiochi arriverà nei negozi il prossimo Natale, la tecnologia grafica è quasi pronta alle nuove meraviglie interattive prossime-venture e anche Sony svelerà presto una parte importante dei suoi piani per la PlayStation 5. Come sempre, la console dalla forma ancora misteriosa porrà l’accento sui giochi come arma in più rispetto alla concorrenza di Xbox Series X.

Sony ha fin qui deciso di non mostrare il “volto” ufficiale della PS5, limitandosi piuttosto al reveal del nuovo controller DualSense. Anche il nuovo evento “virtuale” causa COVID-19, fissato per il prossimo 4 giugno, non sembra destinato a risolvere tutti i dubbi in tal senso e nemmeno a fornire informazioni sul prezzo finale della console.

Piuttosto, Sony ha invitato utenti, commentatori e appassionati a scoprire assieme il “futuro dei videogiochi” – o quantomeno i futuri videogiochi in dirittura d’arrivo su PS5. Lo show digitale durerà più di un’ora, dice la corporation nipponica, e farà da contraltare all’evento videoludico già tenuto da Microsoft per la Xbox Series X all’inizio di maggio.

Lo show virtuale di Sony sarà fruibile in diretta sia su Twitch che su YouTube, mentre in questi giorni sono arrivate notizie anche sul fronte della tanto chiacchierata retrocompatibilità di PS5: Sony ha comunicato agli sviluppatori che, a partire dal 13 luglio, tutti i nuovi titoli in via di certificazione per la PS4 dovranno essere pienamente compatibili anche con la “Play” di nona generazione.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.