Windows 10

Windows 10, è ancora una fiera di bug e patch. E bug

Il sistema operativo con bug incorporato non delude mai: gli utenti sperimentano nuovi malfunzionamenti, mentre un aggiornamento pensato per correggere un bug ne lascia fuori un altro.

Windows 10 è una fiera infinita di bug, anzi un vero e proprio carnevale di errori nel codice, vulnerabilità di sicurezza, malfunzionamenti e patch sparate a raffica tramite Windows Update (o per altre vie) nel tentativo di rappezzare la barca qua e là. E la fiera, anzi il carnevale dei bug, continua a dispensare spiacevoli novità.

Il colpevole è al solito Windows 10 2004, l’upgrade di Windows 10 già notorio per includere 10 bug al day-one. Dopo l’installazione dell’aggiornamento, alcuni utenti si erano lamentati del mancato funzionamento della modalità Sospensione. Bug apparentemente corretto con l’update KB4568831, anzi no.

Con i nuovi aggiornamenti opzionali di settembre il bug è ritornato, e ora gli utenti si lamentano del fatto che la modalità Sospensione non funziona più come dovrebbe. Lo schermo si spegne ma il PC non va in sospensione, e la colpa sarebbe del processo MoUSO Core Worker Process correlato al funzionamento di Windows Update.

Cerotto Patch Tuesday

La soluzione temporanea al problema consiste nel disabilitare e poi riabilitare il servizio di Windows Update, in attesa della prevedibile patch ufficiale di Microsoft. Distribuita tramite Windows Update, quando e se funziona come da copione.

Una patch è invece già arrivata per il bug della deframmentazione (ottimizzazione) degli SSD sperimentato dagli utenti dopo l’installazione Windows 10 2004. Il nuovo OS non era in grado di “ricordare” le impostazioni di Manutenzione Automatica selezionate dell’utente, e pretendeva di ottimizzare i dischi SSD a ogni avvio di Windows.

L’aggiornamento KB4571744 sembra correggere il bug, ma nulla fa per il problema correlato che pretende di inviare un comando TRIM sulle unità di storage che non lo supportano (non-SSD). Per quest’ultimo baco occorrerà attendere un’altra patch.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.