Oculus Quest 2

Oculus Quest 2, la VR social di Facebook

Facebook ha presentato ufficialmente Oculus Quest 2, il nuovo caschetto stand-alone per la realtà virtuale in salsa social. Obbligatorio l’uso di un account Facebook, variabile il prezzo.

Dopo un leak provocato dalla stessa corporation nei giorni scorsi, Facebook ha ora ufficializzato l’esistenza di Oculus Quest 2. Il nuovo caschetto per la realtà virtuale di prende il posto del precedente modello Oculus Quest, proponendo la medesima esperienza VR libera da fili e connessioni fisiche obbligatorie. Di obbligatorio, in effetti, su Oculus Quest 2 c’è solo la necessità di usare un account Facebook.

Basato su SoC Qualcomm XR2, il caschetto Oculus Quest 2 include 6GB di RAM, doppio display da 1832×1920 pixel, refresh rate da 90Hz limitato (per il momento) alle sole app di sistema. Il costo del preordine è di € 350 per il modello con storage da 64GB, e sale a € 450 per quello da 256GB. Cinturini e accessori aggiuntivi sono disponibili per l’acquisto separato.

Facebook sottolinea la libertà e le caratteristiche hi-tech della nuova offerta VR marcata Oculus, con grafica all’avanguardia e giochi “tripla-A” tra le esperienze disponibili (e in arrivo) per il download diretto sul caschetto. Scritto in piccolo, come detto, c’è l’obbligo di collegare il proprio account Facebook (e quindi il proprio nome reale) per poter usare Oculus Quest 2.

Il nuovo caschetto Oculus aumenta la durata della batteria e offre controller touch ancora più ergonomici, e per chi vuole usarlo con il PC è disponibile il cavo in fibra ottica Oculus Link da acquistare a parte. Tra le nuove esperienze pensate per esaltare le qualità di Oculus Quest 2, Facebook ha presentato una sorta di ufficio virtuale chiamato Infinite Office – con tanto di tastiera ufficiale (fisica) prodotta da Logitech per l’immissione del testo.

Non mancano ovviamente le app giocose, tra novità inedite e rimasterizzazioni in chiave VR come il solito, immancabile, ennesimo remake di Myst. Gaming a parte, per Facebook la realtà virtuale fa oramai rima con interazioni social. Anche per questa ragione, la corporation di Mark Zuckerberg ha deciso di concentrarsi esclusivamente su Oculus Quest 2 abbandonando lo sviluppo del più potente caschetto Rift. Un destino infausto che Rift condivide ora con Oculus Go.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.