NVIDIA GeForce RTX 3080

GeForce RTX 3070 come da copione: introvabile al day-one

Anche l’ultima arrivata della generazione Ampere paga il dazio alla richiesta di mercato: le schede GeForce RTX 3070 in vendita spariscono quasi subito. A nulla sono valse le rassicurazioni di NVIDIA.

Ieri è stato il gran giorno del debutto commerciale di GeForce RTX 3070, la scheda meno potente del trittico costituito dalle GPU Ampere per il gaming e tuttavia la più interessante per il rapporto prezzo-prestazioni. Come già capitato per i modelli superiori, anche nel caso della “piccola” GPU Ampere la richiesta ha superato (anzi schiacciato) abbondantemente la disponibilità concreta di schede disponibili per l’acquisto.

A nulla sono valse le scuse e le rassicurazioni di NVIDIA, la promessa di uno stock adeguato all’interesse dei clienti e il ritardo di un mese per il debutto ufficiale: GeForce RTX 3070 segue il destino ben poco invidiabile di GeForce RTX 3080 e GeForce RTX 3090, finendo (molto) velocemente esaurita presso i negozi fisici e (soprattutto) i rivenditori online in ogni parte del mondo.

GeForce RTX 3070 monta una GPU GA104-300-A1, con 17,4 miliardi di transistor (contro gli oltre 28 miliardi di RTX 3080 RTX 3090), 8GB di VRAM GDDR6 e un TGP (Total Graphics Power) di 220W. Al prezzo di €520 (per la Founders Edition), la GPU di NVIDIA dovrebbe fornire prestazioni identiche o persino superiori a quelle di una GeForce 2080 Ti a una frazione del costo.

GeForce RTX 3070

Le prime recensioni confermano le qualità velocistiche della nuova GPU, e quindi l’assoluto appeal dell’offerta per chi è alla ricerca di una nuova scheda per un PC da gioco non troppo costoso. Ma GeForce RTX 3070 non si trova quasi da nessuna parte, né su Amazon né sugli altri store online in Italia come all’estero. L’unico posto in cui le offerte di RTX 3070 abbondano è come al solito eBay, dove scalper e truffatori provano ora a rivendere le GPU acquistate (o preacquistate) tramite tattiche commerciali scorrette cercando un facile profitto.

Ora NVIDIA si troverà ancora una volta a gestire un potenziale disastro di pubbliche relazioni e una condizione di mercato a dir poco insolita: i nuovi prodotti di punta della casa californiana vanno letteralmente a ruba, nonostante il costo, ma i siti di produzione non riescono a stare al passo con la richiesta e probabilmente non ci riusciranno nemmeno per i prossimi mesi.

Purtroppo per NVIDIA, nel giro di alcune settimane la situazione di mercato è però cambiata radicalmente. Poche ore prima del debutto di GeForce RTX 3070, AMD ha presentato le altrettanto interessanti GPU della serie Radeon RX 6000. Le schede “Big Navi” arriveranno a novembre, con prezzi e prestazioni concorrenziali rispetto ad Ampere. Se AMD riuscirà a portare un numero sufficiente di GPU nei negozi, gli utenti potrebbero anche abbandonare la piattaforma (NVIDIA GeForce) che attualmente monopolizza la stragrande maggioranza delle vendite di settore.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.

1 commento

Comments are closed.