Samsung 980 Pro M.2

Samsung 980 Pro, l’SSD NVMe che viaggia a 7000 MBps (su PCIe 4)

La corporation coreana sta preparando il lancio del suo nuovo SSD in formato M.2. Samsung 980 Pro sfrutta il protocollo NVMe e le nuove connessioni PCI Express 4.0 per raggiungere i 7000 megabyte al secondo in lettura.

Coperta la fascia di mercato più economica grazie agli SSD SATA come 870 QVO, Samsung sta ora pensando al mercato prosumer con un nuovo SSD NVMe dotato di form factor M.2: Samsung 980 Pro è un’unità di archiviazione a stato solido che raggiunge nuove vette prestazionali su PC. Un risultato degno di competere con la soluzione di archiviazione next-gen pensata da Sony per PlayStation 5.

Evoluzione diretta del già commercializzato SSD 970 Pro, l’unità M.2 Samsung 980 Pro era già stata mostrata brevemente nel corso del CES 2020 e ora è diventata ufficiale grazie all’apertura della pagina dedicata sulla versione singaporiana del sito di Samsung. La pagina è stata in seguito rimossa, segno del fatto che c’è ancora del lavoro da fare in merito al debutto commerciale del nuovo prodotto.

Samsung 980 Pro

Samsung 980 Pro sfrutta una connessione PCI Express 4.0 (attualmente supportata solo dalle ultime piattaforme informatiche di AMD), celle di archiviazione di triplo livello (TLC) e soluzioni di dissipazione innovative per raggiungere (nel modello da 1TB) 7000 megabyte in lettura e 5000 megabyte in scrittura massimi.

L’uso dei chip NAND TLC ha ridotto della metà la durata massima stimata del drive da 1.200 TBW (caratteristica del modello 970 Pro) a 600 TBW, anche se la stragrande maggioranza degli utenti non dovrebbe soffrire alcuna conseguenza negativa da tale riduzione. La garanzia offerta da Samsung è sempre di 5 anni.

Oltre al modello da 1 terabyte, Samsung 980 Pro verrà offerto anche nelle varianti da 500GB e 250GB. In questo caso le prestazioni si riducono sia in lettura (6900 MBps, 6400 MBps) che in scrittura (5000 MBps, 2700 MBps). Per quanto riguarda il costo e il periodo ufficiale di lancio, invece, occorrerà attendere una comunicazione ufficiale da parte del colosso sudcoreano. E magari il debutto delle nuove CPU desktop di Intel in grado di supportare lo standard PCIe 4.0.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.