Windows 10 May 2020 Update

Windows 10, le funzionalità rimosse o deprecate nel May 2020 Update

Microsoft ha reso note le caratteristiche di Windows 10 non più disponibili o in via di pensionamento, una lista che include sei diverse funzionalità più o meno popolari presso l’utenza.

Com’è tradizione oramai consolidata di Windows 10, anche l’aggiornamento ufficialmente noto come May 2020 Update include diverse nuove funzionalità e innovazioni per l’ecosistema Microsoft. In maniera altrettanto tradizionale, Windows 10 2004 porta in dote anche qualche notizia di “fine vita” per alcune funzionalità che in precedenza erano parte integrante dell’ecosistema di cui sopra.

Anche per Windows 10 2020, come per ogni altro major update di Windows 10 fin qui distribuito, Microsoft ha ora fornito i dettagli in merito alle caratteristiche già rimosse, in via di rimozione o quelle “deprecate” e per cui la corporation non intende più proseguire lo sviluppo. Una lista piuttosto compatta, delle cui componenti il pubblico era tra l’altro già a conoscenza da tempo.

La lista ufficiale delle funzionalità non più attive (eliminate) in Windows 10 2004 include dunque le seguenti voci:

Icona Windows 10
  • Cortana: la versione tradizionale di Cortana ha lasciato il posto a un nuovo chatbot, e ora l’ex-assistente digitale Microsoft è dotato di meno funzionalità consumer come musica, Home e altre.
  • Windows To Go: già “deprecata” con Windows 10 1903, la funzionalità di “trasporto” dell’installazione di Windows su dispositivi di storage portatile risulta ora rimossa completamente.
  • App di messaggistica e piani mobile: anche se sono ancora supportate, le app di messaggistica ufficiali di Windows 10 sono disponibili solo per i produttori OEM.

Per quanto riguarda le funzionalità “deprecate,” quindi non più in sviluppo e potenzialmente marcate come “eliminabili” nelle prossime versioni di Windows 10, il May 2020 Update include i seguenti elementi:

  • Microsoft Edge: la versione “classica” di Edge continua a essere presente in Windows 10 2004, ma d’ora in poi Microsoft intende concentrare i propri sforzi di sviluppo solo sul clone di Chrome/Chromium noto come Chredge.
  • Dischi dinamici: nati come metodo per offrire caratteristiche di storage avanzate non possibili con i dischi di base, i dischi dinamici di Windows 10 non sono più in sviluppo. Al loro posto, in futuro arriveranno gli Spazi di Archiviazione.
  • Framework per dispositivi complementari: il Companion Device Framework era pensato per migliorare l’esperienza di autenticazione tramite Windows Hello anche in mancanza di dispositivi biometrici ufficialmente supportati (es. nessun lettore di impronte installato), e ora non è più in fase di sviluppo attivo.
PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.