Smartphone

Cosa acquistare tra i migliori smartphone del 2019

Roberto Cosentino | 16 Gennaio 2020

Smartphone

Una guida all’acquisto dei migliori smartphone, con prezzo da poco più di 100 euro fino a oltre 1.000 euro.

Districarsi tra le mille offerte e tra gli innumerevoli smartphone disponibili sul mercato è piuttosto difficile. Se non avete approfittato del Black Friday o del Cyber Monday per regalare o regalarvi un nuovo smartphone, potete utilizzare la nostra guida all’acquisto per fare un po’ di chiarezza e magari individuare proprio il modello che fa per voi. Abbiamo preparato una ricca selezione di dispositivi, tenendo il prezzo come elemento discriminante. In totale abbiamo scelto trenta smartphone suddivisi per cinque fasce di prezzo, nel dettaglio i modelli che arrivano a costare fino a 150 euro, dai 150 ai 300 euro, dai 300 ai 500 euro, dai 500 agli 800 euro e dagli 800 euro in su.

Questa è una raccolta piuttosto variegata con smartphone dalle mille sfaccettature e con potenzialità diverse, ma che copre un ampio spettro di necessità e caratteristiche. Per la selezione abbiamo deciso di prendere in considerazione i prodotti disponibili attraverso i maggiori canali online quali Amazon ed Eprice, selezionando solo i venditori verificati o la vendita diretta. Il prezzo è dunque quello su strada, eccezion fatta per gli iPhone di Apple e i Pixel di Google, per i quali ci siamo attenuti al prezzo di vendita reperito sui canali ufficiali dei rispettivi brand. In fase di scelta, vale la pena controllare anche i prezzi dei modelli della fascia superiore a quella esaminata, potrebbero esserci degli sconti che permettono di comprare un prodotto con caratteristiche migliori.

La maggior parte dei modelli che abbiamo inserito, considerando la rispettiva fascia, tendono ad assomigliarsi tra loro. Nella nostra selezione ha pesato in particolare la qualità delle fotocamere presenti su ogni telefono, che alla fine diventa uno dei componenti che più può incidere sulla scelta.

Abbiamo considerato anche il quantitativo di memoria Ram (e in seconda battuta anche lo storage interno), perché incide molto sulle prestazioni reali dello smartphone. Sui modelli più economici, è importante la presenza del sensore per le impronte digitali, utile se non indispensabile nei pagamenti e nelle operazioni di home banking. Anche la capacità della batteria è un parametro importante.

Tra smartphone dotati di quattro fotocamere e display oltre i 6 pollici, che presentano notch, tacca o pop-up camera frontale, c’è qualche singolare dispositivo, come alcuni modelli con connettività 5G che abbiamo deciso di inserire. Per esempio quelli prodotti da Xiaomi e Huawei, presenti rispettivamente nella fascia dai 500 agli 800 euro e dagli 800 euro in su. Troverete persino uno smartphone con tastiera meccanica, ovviamente realizzato da Blackberry e che è annoverato nella fascia di prezzo che parte dai 300 euro fino ai 500 euro.

Non mancano infine gli smartphone presentati più di recente, come la decima generazione dei Samsung Galaxy Note che occupano la fascia di prezzo da oltre 800 euro o come l’ultimo Motorola, denominato One Macro, che costa 209 euro ed è equipaggiato con una fotocamera macro in grado di scattare foto fino a 2 cm di distanza dal soggetto. Insomma, una ricca selezione in cui non vengono meno delle piccole peculiarità in grado di fare la differenza in un mercato saturo di dispositivi uguali l’uno all’altro.

Samsung Galaxy A20e

Samsung Galaxy A20e
Samsung Galaxy A20e

Sulla sua fascia di prezzo forse non ha la migliore scheda tecnica, ma è uno dei pochi, se non l’unico, a presentare una doppia fotocamera, normale e grandangolare. Ha anche il sensore per le impronte digitali. Per 140 euro circa e le sue specifiche, non è male.

Scopri tutte le alternative tra i migliori smartphone fino a 150 euro

Redmi Note 8 Pro

Redmi Note 8 Pro
Redmi Note 8 Pro

Si tratta del dispositivo più potente sotto i 300 euro, ma non sfigura nemmeno coi dispositivi elencati nella fascia da 300 a 500 euro. Sulla carta ha il miglior comparto fotografico dell’intera rassegna, considerando i 64 Mpixel di una delle sue quattro fotocamere. A 260 euro è imperdibile.

Scopri tutte le alternative tra i migliori smartphone tra 150 e 300 euro

LG G8s

LG G8s ThinQ
LG G8s ThinQ

Se si vuole acquistare un puro top di gamma al prezzo di un fascia media, la scelta su cui puntare è questa. È tra i migliori per qualità fotografica. Non il più ergonomico, ma per prestazioni è imbattibile. Inoltre presenta chicche come le tecnologie Hand Id e Air Gesture.

Scopri tutte le alternative tra i migliori smartphone tra 300 e 500 euro

Huawei P30 Pro

Huawei P30 Pro
Huawei P30 Pro

La scelta ricade principalmente sulle potenzialità fotografiche, tra cui lo zoom ottico 5X e quello digitale che arriva fino a 50X. È uno smartphone potente, con un valido display e ben costruito. Al prezzo di 640 euro circa poi è davvero allettante, visto che al lancio ne costava quasi 1.000.

Scopri tutte le alternative tra i migliori smartphone tra 500 e 800 euro

Samsung Galaxy Note 10+

Samsung Galaxy Note 10+
Samsung Galaxy Note 10+

Oltre a contraddistinguersi per via dell’esclusivo pennino, abbiamo scelto il Note 10+ come miglior top di gamma per via delle prestazioni e dell’ampio display. Con i suoi 12 Gbyte di Ram è in assoluto il più dotato della sua rassegna, inoltre nonostante i “soli” 12 Mpixel a livello fotografico è tra i migliori.

Scopri tutte le alternative tra i migliori smartphone oltre gli 800 euro

Galaxy S21 Ultra render

Smartphone

Galaxy S21, teaser ufficiale anticipa il lancio

Luca Colantuoni | 31 Dicembre 2020

Samsung Smartphone

In attesa dell’annuncio dei nuovi Galaxy S21, prevista per il 14 gennaio, Samsung ha mostrato in un video le principali novità della serie.

Samsung non ha ancora comunicato la data dell’evento Unpacked riservato ai Galaxy S21, ma il lancio imminente (forse il 14 gennaio) è stato indirettamente confermato dal produttore coreano con un breve video che mostra le principali innovazioni estetiche introdotte dal primo modello della serie. In base alle ultime indiscrezioni sembra certa l’assenza del caricabatteria nelle confezioni.

La serie Galaxy S è stata introdotta nel 2010. Il primo modello aveva uno schermo da 4 pollici, enormi cornici e il famoso pulsante Home. Il Galaxy S II del 2011 aveva uno schermo da 4,27 pollici e cornici laterali più sottili. Con il Galaxy S III (2012), uno dei modelli di maggior successo, sono stati apportati diversi cambiamenti, tra cui gli angoli curvi del telaio. Lo schermo era da 4,8 pollici.

Poche novità invece per il Galaxy S4 (2013) con schermo da 5 pollici. Le novità principali del Galaxy S5 (2014) sono state la resistenza all’acqua (IP67), lo schermo da 5,1 pollici e il lettore di impronte digitali.

Il Galaxy S6 (2015), venduto in tre varianti, aveva un nuovo design e una cover in vetro, ma Samsung ha rimosso la resistenza all’acqua e lo slot microSD. Queste ultime due caratteristiche sono tornate con la serie Galaxy S7 (2016). Con la serie Galaxy S8 (2017) è stato rimosso il pulsante Home, mentre il lettore di impronte è stato spostato sul retro, accanto alla fotocamera.

La serie Galaxy S9 (2018) ha introdotto pochi miglioramenti, tra cui il lettore di impronte digitali spostato sotto la fotocamera posteriore. Con la serie Galaxy S10 (2019) sono arrivati il design Infinity-O (foro nello schermo per la fotocamera frontale) e il lettore di impronte digitali ad ultrasuoni per i modelli più costosi.

Per la serie Galaxy S20 (2020) il foro della fotocamera frontale è stato spostato al centro, mentre quelle posteriori sono state spostate a sinistra. La serie Galaxy S21, attesa per il 14 gennaio, dovrebbe includere tre modelli (S21, S21+ e S21 Ultra), dei quali sono circolate numerose indiscrezioni. Il Galaxy S21 Ultra supporterà la stilo S Pen. Nella confezione ci sarà solo il cavo USB Type-C. Samsung ha deciso di eliminare caricabatteria e auricolari.

LG Wing

Smartphone

LG Wing, migliora l’esperienza dual screen

Luca Colantuoni | 31 Dicembre 2020

LG Smartphone

Il produttore coreano ha rilasciato un aggiornamento software per LG Wing che migliora l’esperienza d’uso con i due schermi.

Il produttore coreano ha deciso di offrire agli utenti smartphone che si distinguono da quelli della concorrenza. Uno di essi è LG Wing, disponibile anche in Italia da fine ottobre. Per sfruttare meglio i due schermi è stato rilasciato un aggiornamento software che migliora l’esperienza d’uso con questo originale dispositivo.

Al momento le novità sono riservate alla versione venduta negli Stati Uniti da Verizon, ma nei prossimi giorni l’update verrà distribuito anche per le versioni internazionali dello smartphone. L’aggiornamento risolve innanzitutto alcuni difetti estetici. Ora sullo schermo secondario vengono mostrati i nomi delle app, mentre le app con icone simili, i widget dei contatti e le scorciatoie sono più facilmente distinguibili.

La novità più utile riguarda lo switch delle app tra i due schermi. L’utente può utilizzare specifici comandi nel menu rapido oppure usare una gesture (swipe con tre dita) per spostare un’app da uno schermo all’altro. È stato inoltre aggiunto un pulsante Riavvia per le app di terze parti che non sono visualizzate correttamente dopo lo switch.

In precedenza era possibile mostrare i controlli multimediali sul secondo schermo solo per alcune app (ad esempio YouTube). Ora la funzionalità è disponibile per tutte le app. Altri miglioramenti sono la scansione dei codici QR con l’app Fotocamera, nuovi wallpaper e le patch di sicurezza di novembre.

LG Wing ha uno schermo principale FullVision P-OLED da 6,8 pollici (2460×1080 pixel) e un display secondario G-OLED da 3,9 pollici (1240×1080 pixel). La dotazione hardware comprende il processore octa core Snapdragon 765G con modem 5G integrato, 8 GB di RAM e 128 GB di storage, espandibili con schede microSD.

Per le fotocamere posteriori sono stati scelti sensori da 64, 13 e 12 megapixel (standard, grandangolare e ultra grandangolare con gimbal), mentre la fotocamera frontale pop-up ha un sensore da 32 megapixel. Il prezzo è 1.299,90 euro.

Vivo Y20 2021

Smartphone

Vivo Y20, schermo FullView e batteria da 5.000 mAh

Luca Colantuoni | 31 Dicembre 2020

Smartphone Vivo

Il Vivo Y20 ha uno schermo da 6,51 pollici, processore MediaTek Helio P35, 4 GB di RAM, 64 GB di storage e tre fotocamere posteriori.

Il produttore cinese ha annunciato un nuovo smartphone di fascia bassa. Si tratta della versione 2021 del Vivo Y20 svelato all’inizio dell’anno. La migliore caratteristica è senza dubbio la batteria di elevata capacità. In Italia è disponibile il Vivo Y20s con simili specifiche. Non è noto se il nuovo modello verrà commercializzato anche nel nostro paese.

Il Vivo Y20 possiede una cover con sfumature cromature (gradienti) e uno schermo Halo FullView da 6,51 pollici con risoluzione HD+ (1600×720 pixel). Al centro della parte superiore è presente un tradizionale notch a goccia che ospita la fotocamera frontale da 8 megapixel.

La dotazione hardware comprende il processore octa core MediaTek Helio P35 (il Vivo Y20s integra uno Snapdragon 460), 4 GB di RAM e 64 GB di storage, espandibili con schede microSD. Per le tre fotocamere posteriori sono stati scelti sensori da 13, 2 e 2 megapixel (standard, profondità e macro).

Vivo Y20 2021

La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11ac, Bluetooth 5.0, GPS e LTE con supporto dual SIM. Sono inoltre presenti il lettore di impronte digitali sul lato destro (sotto il pulsante di accensione), il jack audio da 3,5 millimetri e la porta micro USB. La batteria ha una capacità di 5.000 mAh e supporta la ricarica rapida da 10 Watt.

Il sistema operativo è Android 10 con FuntouchOS 11. Due i colori disponibili al lancio: Nebula Blue e Dawn White. Il Vivo Y20 è già in vendita in Malaysia e arriverà successivamente in altri paesi.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.