CPU Intel

Intel: le CPU Rocket Lake arrivano nel 2021 con il supporto a PCIe 4.0

Intel conferma alcune delle indiscrezioni circolanti sulla sua prossima piattaforma x86 per desktop: le CPU Rocket Lake verranno presentate nel corso dei prossimi mesi, con supporto integrato allo standard PCIe 4.0.

Oggi dovrebbe essere il gran giorno di AMD e della presentazione di Zen 3, l’architettura x86 potenzialmente in grado di superare Intel sul fronte delle prestazioni IPC. Ma Chipzilla non sta certo a guardare, anzi gioca d’anticipo fornendo una minuscola anteprima sulle CPU del prossimo futuro. Rocket Lake arriverà presto, dice Intel, e sarà ancora una volta la “regina” delle performance in ambito gaming e non solo.

In un breve post pubblicato su Medium, il vice-presidente di Intel John Bonini ha sottolineato l’importanza delle CPU ad alte prestazioni per il business della corporation. I chip di Santa Clara dell’attuale, decima generazione nota come Comet Lake-S continuano a essere il non-plus ultra per le applicazioni fortemente dipendenti dalle frequenze di funzionamento, dice Bonini, e tali CPU continueranno a garantire il massimo del gaming anche nei prossimi mesi.

Intel Tiger Lake - badge

Intel dice di essere impegnata assieme agli sviluppatori per ottimizzare il codice dei giochi sulle proprie CPU, e la corporation è ovviamente sempre proiettata verso il futuro. Nel primo trimestre del 2021 arriverà Rocket Lake, conferma ora Intel, nuova piattaforma x86 per desktop che, come da indiscrezioni, includerà il supporto per lo standard di interconnessione PCI Express 4.0.

Le CPU Rocket Lake offriranno un bel boost prestazionale allo storage NVMe, insomma, mentre per le GPU collegate tramite link x16 la differenza (rispetto a PCIe 3.0) sarà probabilmente insignificante. I chip Rocket Lake-S dovrebbero essere prodotti ancora con il vecchio nodo a 14 nanometri, e sfruttare lo stesso socket LGA-1200 introdotto con Comet Lake-S.

Ulteriori indiscrezioni, questa volta provenienti da fonti non direttamente collegate a Intel, hanno poi evidenziato lo sviluppo attualmente in corso su Alder Lake. Le CPU Intel di dodicesima generazione implementeranno un design ibrido con alcuni core ad alte prestazioni e altri dedicati al risparmio energetico. Un fatto potenzialmente confermato da un chip comparso nel database dei benchmark di SiSoft Sandra con 16 core e 32/24 thread, 30MB di cache L3 e una frequenza di funzionamento (probabilmente dei core meno performanti) da 1,4GHz.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.